Giovedì, 16 Novembre 2017 15:24

Croce Rossa ed Università di Parma, binomio vincente

Hanno invaso il piazzale antistante Ingegneria per assolvere ad una necessità impellente, che si spende su più livelli, i Giovani della Croce Rossa Italiana. Certo, quella di informare i propri coetanei ed interagire con essi rispetto agli aspetti di vita che li coinvolgono, ma anche forse quella di uscire da un meccanismo di delega imperante, nella nostra società.


E così ecco che, grazie alla collaborazione con l’ufficio di presidenza dell’Università di Parma, gli studenti del nostro Ateneo hanno potuto confrontarsi su alcuni dei temi cruciali dell’esistenza, che hanno spaziato dalla conoscenza dei meccanismi di contagio dell’Hiv a quelli di reazione alle grandi emergenze, siano esse di natura ambientale (erano presenti gli uomini della Protezione Civile, con idrovore, gruppi elettrogeni, torri faro e quant’altro) o medica ( il “che fare” in caso di gravi incidenti, per esempio).

Una ventina i volontari della Croce Rossa intervenuti, tantissimi i ragazzi che hanno fatto capannello attorno ai vari tavolini : l’attività si è rivelata partecipata e davvero riuscita, sia sul piano della partecipazione numerica che su quello del coinvolgimento degli studenti.

Una certa curiosità è stata sollevata dal drone dell’unità di Protezione Civile della Croce Rossa (una peculiarità tutta CRI, ad onor del vero) che chiaramente ha solleticato la fantasia della platea di under 25...e anche di qualche “prof”.

Ma, al netto degli aspetti scenografici e/o innovativi, un anziano solo e malato cui strappare un sorriso, un essere umano giunto in Italia dopo indicibili pericoli vissuti nel proprio pellegrinaggio, una popolazione in ginocchio dopo un’alluvione: la complessità della vita si riflette nei tanti modi di essere volontario. Ciascuno di essi è prezioso, essenziale, e non ne esiste uno migliore dell’altro.

E’ questa l'insostituibile lezione che i Giovani della Croce Rossa hanno trasmesso con la propria attività al Campus.

 

Visita la gallery a questo indirizzo